LorisAuthor Archives

Per non dimenticare “perché” siamo…

Parrocchia Faiti

…Don Luigi, ha avuto un’ idea bellissima…io la appoggio…e la sponsorizzo, girandovi una sua mail: Carissima comunità di Borgo Faiti, ringraziamo il Signore per il dono della vita, ringraziamolo sempre per i giorni lieti e tristi che siamo chiamati a vivere nel quotidiano. Con gioia ringraziamo insieme il Signore per aver donato a questa comunità parrocchiale il caro Don Giuseppe, che per ben quarantasette anni ha servito con zelo. Il sette di aprile, l’amato parroco festeggerà il suo novantesimo compleanno,… Continue reading »

Anch’io ragazzaccio, seduto su quelle scalette

scalette2

Nella distrazione e l’indifferenza di una settimana di mezza estate, un altro pezzo storico del borgo è stato messo all’indice. Dopo il giardino alla cantoniera, le panchine sulla sponda del fiume e il piazzale antistante il consorzio, è stata fatta fuori anche la scaletta della sala parrocchiale. Alzi la mano al borgo, chi non ci ha lasciato una fetta di adolescenza sopra quei gradini o sotto la tettoia. Io, mi ci sedevo anche quando aspettavo che Don Giuseppe tirasse fuori… Continue reading »

Dovremmo ricordarli tutti, i fantastici ragazzi che questo borgo ha perso.

garage

Se ne é andato un altro torneo, come da tradizione. Il secondo speciale, perché per il secondo anno si è deciso di intitolarlo ad un ragazzo speciale, che il borgo ha perso. Il video che ha contornato le due partite, ha reso l’atmosfera più distesa; ma il merito del clima, va alle quattro squadre che hanno onorato al meglio la serata. Queste nottate, per un borgo, andrebbero scolpite nella memoria, perché portano dentro qualcosa di speciale; qualcosa che va al… Continue reading »

Ho deciso…divento Fazzoniano.

fantozzi432

  C’è un tempo per seminare, e un tempo per raccogliere; c’è un tempo per apprendere, e un tempo per dimostrare; c’è un tempo per decidere, e un tempo per scegliere; c’è un tempo per riflettere e un tempo per agire; soprattutto, c’è un tempo per vincere e un tempo per perdere. Per me è arrivato il tempo di vincere; voglio provare quella infima sensazione di aver prevalso senza merito personale. Perché cercare sempre ed esclusivamente la vittoria in maniera… Continue reading »

senza Dio

images5

  Ci tenevo, prima di consigliare questa lettura, a fare un piccolo prologo: ho ascoltato attentamente le parole dei nostri candidati del borgo, nel video prodotto per noi da Riccardino. Sono rimasto favorevolmente impressionato da tutti, ma un punto in particolare, ha colto la mia attenzione. Espongo qui, brevemente, il concetto, in quanto, anche se su basi diverse, il libro in oggetto, si fonda su simili tesi. Il breve segmento di cui desidero parlare, è quello nel quale Saverio, facendoci… Continue reading »

Mi dichi

images

  Paolo Villaggio è conosciuto ai più per essere un grande attore; pochi sanno che nella versione seriosa, è anche un grande intellettuale. Dico “seriosa”, perché, anche quando è invitato a parlare di cose serie, non si prende mai troppo sul serio, e non ama recitare la parte del professore; potrebbe esserlo, ma ama non dimostrarlo. Questo, è quello che a me pare, ogni volta che lo vedo in TV. Recentemente ha presentato in una trasmissione questo suo ultimo prontuario… Continue reading »

Il sangue del Sud

images

  Borghezio, Lega Nord: “il 17 marzo, giorno di lutto. Grave la decisione del governo di dichiararlo festa nazionale. E’ una mancanza di rispetto verso il Nord vessato dalle tasse e gli sprechi di Roma ladrona”. Non servirebbe commentare queste parole, e mi ero ripromesso di non parlare di politica in questa sezione del sito. Stavolta però, sono incappato nel libro sbagliato: sono entrato in libreria per comprare Mammut, il primo libro di Pennacchi ristampato di recente ( bello, si… Continue reading »

Suttree

suttree

Per gli amanti dell’America, quella vera, non della metropoli, ma della periferia. Cormac McCarthy, è uno dei più grandi narratori viventi, e in questo libro ci se ne rende conto. Conosco questo vecchio scrittore americano da poco; ho letto prima di questo la “trilogia della frontiera” e devo dire, non mi aveva appassionato molto. Molto stato d’animo, e poche situazioni ingarbugliate come piacciono a me. L’unica cosa che mi colpì, era il modo di raccontare di McCarthy. Quindi, quando ho… Continue reading »

La manomissione delle Parole

La-manomissione-delle-parole

  Se avete un paio di orette la sera, e volete passarle lontano dai “postriboli televisivi”, date una letta a questo piccolo saggio: La manomissione delle parole. Il titolo già spiega tutto; ma la cosa che colpisce, è come Carofiglio sia arrivato a scriverlo: nel suo precedente romanzo, faceva leggere al protagonista della storia un libro chiamato “la manomissione delle parole”; un libro che nella realtà non esisteva, e del quale aveva inventato il nome; quindi, trovatosi in difficoltà con… Continue reading »

Coalizzatevi !!!

posta

Questa la parola pronunciata dall’impiegato delle poste di Latina Scalo. Sì, perchè adesso, per ritirare la nostra posta, a borgo Faiti, dobbiamo recarci all’ufficio postale di Latina Scalo. Parlo logicamente delle raccomandate, quando il postino non trova nessuno in casa, e lascia l’avviso. Ad oggi, ed a tempo indeterminato, con quell’avviso, non possiamo più rivolgerci al nostro ufficio postale di competenza, in quanto lo stesso, non prevede più la giacenza della posta. Allora, seguiamo le parole dell’impiegato postale: “Coalizzatevi e protestate”. Io,… Continue reading »