Un pensiero rivolto a Nicola Calandrini

Caro Nicola Calandrini,
leggo su alcuni quotidiani di qualche giorno fa che: “con grande soddisfazione dei residenti sono iniziati in questi giorni i lavori di pulizia dei canali nella zona di Borgo Faiti. Interventi che il Consorzio di Bonifica sta effettuando, su sollecitazione anche di Nicola Calandrini, presidente del Consiglio comunale.”
Non pensa che se tutti noi facessimo proclami sui quotidiani ogni volta in cui compiamo il nostro dovere, le redazioni non riuscirebbero ad andare in stampa in tempi utili per la mole di lavoro da smaltire?
Glielo chiedo sa perché? Beh, perché sono mesi, forse anni, che da questo sito, in rappresentanza di tutti i residenti del borgo, facciamo appelli al Consorzio di Bonifica ed alle altre autorità competenti affinchè si provveda a programmare la manutenzione ordinaria del fiume Linea, sollevando – tra l’altro – anche la “questione pescatori abusivi”.
Dicevano i latini: “verbo volant, scripta manent”. Ecco solo alcuni degli articoli da noi pubblicati sul sito nell’ultimo periodo: http://www.borgofaiti.it/?tag=fiume-linea e che trattano l’argomento.

Ritengo sia DOVERE DI OGNI AMMINISTRATORE raccogliere, senza vanto, le indicazioni dei cittadini e far si che le problematiche vengano risolte. Non crede?

Fausto Nardi