Ancora incidenti sulle migliare

Cliccate su “mi piace” per diffondere la notizia: vediamo se tutti insieme riusciamo a trovare una soluzione…
Altri due incidenti nell’ultima settimana, fortunatamente senza gravi conseguenze, si sono verificati all’incrocio tra la via Trasversale e la Migliara 42,5.
Mal segnalati e poco visibili, da anni questi incroci rappresentano un grande pericolo per gli automobilisti, spesso ignari del rischio che si corre percorrendo certe strade a velocità sostenuta.
Si è detto spesso che la via Trasversale è nata per il traffico locale, agricolo, ma, negli ultimi anni, è divantata una scorciatoia per chi abitualmente percorreva la via dei monti Lepini per raggiungere Latina.
E’ NECESSARIO METTERLA IN SICUREZZA!!!
Siete d’accordo?

Commenti

  1. Riccardo Angelo scrive:

    Io invece metterei dei dossi sulle migliare, in prossimità degli incroci. In questo modo gli automobilisti saranno costretti a rallentare e, anche se distratti, si accorgerebbero dell’incrocio a raso. Un’altra possibile alternativa sarebbe l’istallazione delle bande rumorose, utili a riattivare l’attenzione e segnalare così il pericolo dell’incrocio. Secondo me la cartellonistica verticale sarebbe insufficiente dato che la maggior parte degli incidenti avviene a causa del mancato stop da parte di chi percorre le migliare. Dossi e bande rumorose sono interventi fattibili, previsti dal codice della strada ed economici per le tasche del comune.

  2. Luca scrive:

    Perché non provate a proporre l’installazione dei dissuasori luminosi su palo in prossimità dell’incrocio su i due lati della Migliara 42,5? Pontinia lo ha fatto e mi sembra che non ci siano più stati grossi incidenti.
    Si tratta di installare un palo da 4 metri, 1 o due lanterne semaforiche a LED ed un pannello fotovoltaico con relativi accessori (questo qualora non ci fosse la disponibilità di corrente elettrica nei paragi), ovviamente da ripetere su i due lati della migliara.
    Si potrebbe fare una prova sulla 42,5 e se funziona ripeterla sugli agli incroci.
    Il costo non è eccessivo.
    Occorre segnalare al più presto la riparazione dell’impianto sequenziale luminoso sul curvone in ingresso dalla 156, prima che si rischia di buttare tutto, quello è costato.