“A scuola manca tutto”

Ho assunto oggi la funzione di Commissario straordinario al XII I.C. di Latina (b.go Faiti). Manca di tutto, anche dell’essenziale: dagli uffici di Direzione e di Segreteria ad un’inziale disponibilità finanziaria per assicurare un ordinato ed efficiente avvio dell’anno scolastico, al materiale di facile consumo, alla linea ADSL, perfino ai telefoni. Chiedo, pertanto, ai politici del Comune, Provi…ncia e Regione Lazio che hanno deliberato quest’ operazione, forse per mera convenienza elettorale, di voler ora sostenere in qualche modo, anche con contributi straordinari, questa fondazione senza volerla incoerentemente far morire sul nascere. Non si possono far nozze coi fichi secchi. O no? I 700 Utenti dei Borghi (Faiti, S. Michele, Grappa e Isonzo) hanno diritto pure loro (pieni diritti allo studio) ad una scuola che non sia di Serie C. Io e la dirigente scolastica A. Vitale attendiamo le giuste risposte. Grazie.

Sergio Andreatta

Commenti

  1. Loris scrive:

    “Scuola di serie C”. Io, in un consiglio di istituto, ci definii ” figli di un Dio minore”, tra l’ilarità generale e la secca risposta della Preside: ” Ti Sbagli “, mi disse.
    Ho fatto parte negli ultimi anni di tre diversi consigli di istituto, con tre Presidi diversi, e nonostante le continue sollecitazioni, il concetto del commissario Andreatta, non siamo mai riusciti a farlo passare. L’errore più grande degli ultimi venti anni, è stato solo uno. Unire insieme scuole di Città con scuole di Periferia. Troppe diversità, sensibilità opposte, concezioni sociali contrastanti. Oggi il Commissario rende pubblico un concetto che tra gli abitanti di Borgo Faiti è sempre stato di dominio pubblico. Un passo avanti è stato fatto; con le altre scuole di periferia, parleremo la stessa lingua, saremo sintonizzati su le stesse frequenze. Speriamo solo che questo sia l’ultimo step di un percorso travagliato, perché tutti gli spostamenti ed accorpamenti pasticciati degli ultimi anni, hanno aggravato a dismisura la situazione.

    Loris

  2. Maranga scrive:

    ma si parla del “circolo” scolastico?