L’interesse tedesco…

Si è detto, in un precedente post, dell’interesse dimostrato dall’Olanda verso i nostri territori e degli studi archeologici avviati già due anni fa.
Lo scorso 8 agosto 2013, da un “navigatore” di questo sito mi arrivava una mail di cui riporto il testo:
“Hello, I’ am a Dutch journalist and next week I’ am in Italy to follow the last trip of St. Paul, from Pozzuoli to Rome. I like to see the Forum Appi, where St. Paul met his brothers from Rome. Where can I find it? Is it in Borgo Faiti, or out of the town? Please, can you help me?”.
Era un giornalista tedesco – come si legge dalla mail – Jan van’t Hul, che mi chiedeva informazioni sul luogo in cui san Paolo, nel suo ultimo viaggio verso Roma, incontrò i suoi “fratelli” cristiani. La settimana seguente, dalla Germania, sarebbe venuto in Italia a ripercorrere – per un servizio giornalistico da pubblicare sul magazine per il quale lavora – il tragitto del santo da Pozzuoli e Roma.
A quella mail ne sono poi succedute altre, anche a seguito della suo venuta in Italia. Fra tutte cito questa:
“I have seen the place! Beautifull. There is one problem, you know: The inscriptions are gone. Nobody can read the old words.
Perhaps you knows what the text was? Many thanks again!!”
.
Poichè era illegibile, mi chiedeva se per caso conoscessi il testo dell’incisione presente sul monumento che identifica il luogo dell’incontro. Io, a questa domanda, non sono stato in grado di rispondere. Qualcuno conosce quel testo?
Sarebbe il caso, vista l’importanza e l’attenzione internazionale, rivalutare quel monumento?
Appresso, il servizio integrale realizzato da Jan e pubblicato sul numero dell’11 dicembre 2013 della sua rivista.
reportage di Jan van’t Hul